Con lo smart working, gli intervalli del tradizionale orario di lavoro si sono spostati fra le mura domestiche, con la necessità di organizzarsi a casa per i pasti e aperitivi di fine giornata.

Gli smartworker ormai hanno imparato che pranzi troppo pesanti o troppo scarni penalizzano le performance lavorative pomeridiane e non aiutano a mantenere la concentrazione necessaria.

Ecco, quindi, qualche dritta su come organizzare i menu della tua settimana lavorativa, per bilanciare energia, gusto e benessere.

Fai la spesa all’inizio della settimana

Organizza il tuo menu settimanale prima di andare a fare la spesa per avere tutto quello che ti occorre per rispettarlo, meglio se già dalla domenica o dal lunedì: in questo modo, eviterai di non poter rispettare il tuo regime per mancanza di ingredienti.

Scegliere i cibi giusti 

Per supportare una giornata sedentaria sono necessari alimenti di facile digeribilità, ma anche sazianti e che favoriscano la concentrazione. Per il tuo pranzo scegli alimenti non troppo elaborati, come i cereali integrali che sono in grado di mantenere un potere saziante più a lungo e evitare sgarri poco salutari prima di cena. 

Non dimenticare di inserire una fonte proteica e una porzione di verdure per garantire il giusto apporto di fibre.

Rispettare un orario regolare

Molto importante è il timing giornaliero, ovvero gli orari in cui si assumono determinati cibi per soddisfare al meglio i propri bisogni metabolici. Al mattino, infatti, il nostro metabolismo è prevalentemente di tipo catabolico, cioè tende a consumare quello che assumiamo, mentre la sera è di tipo anabolico, ovvero di maggiore conservazione dei nutrienti. 

Scegli alimenti amici del cervello 

Nei menù dovrebbero essere inseriti cibi che ci permettono di mantenere alta la concentrazione e l’apprendimento. Ad esempio, l’acetilcolina aiuta a stimolare la capacità di apprendimento e la memoria. È presente in broccoli, cavolfiori, uva, pistacchi, nocciole, mandorle, noci, legumi, semi, latte e uova

Anche la teanina è perfetta per lo smart working. Ha un’azione rilassante e aiuta a combattere gli attacchi di fame dovuti allo stress da studio. Per assicurartene una fonte, prova a conculdere il pranzo sorseggiando del tè verde

Non esagerare con i carboidrati

Le ricette per chi lavora in smart working da casa dovrebbero essere veloci e facili da preparare, ma soprattutto leggere, per evitare di addormentarsi sulla tastiera durante il pomeriggio.

I carboidrati sono fondamentali per garantire l’energia necessaria alla produttività del cervello, ma assunti in quantità eccessive causano picchi glicemici nemici della concentrazione. 

Per un pranzo veloce e gustoso, ma soprattutto low carb, prova il Panbauletto Linea6 per preparare degli sfiziosi tramezzini: due soffici fette contengono solo 1,4g di carboidrati e tutto il gusto del pane tradizionale. 

.

.

Resta aggiornato sul mondo Linea6 e seguici su Instagram!

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna allo Shop